Qual è il significato canonico del termine “metodi alternativi”?

E’ quello secondo il principio delle 3R, per la prima volta introdotto da Russell e Burch nel 1959 nel libro  ‘The principles of humane experimental technique’ :

  • Replacement – Sostituzione dei modelli animali con metodologie non animali
  • Reduction – Riduzione. Metodi che permettono di ridurre il numero di animali
  • Refinement – Raffinamento. Metodi che permettono di ridurre stress e dolore negli animali utilizzati

In particolare:

Replacement

Replacement  si riferisce a quei metodi che permettono di sostituire l’animale in un esperimento o un determinato ambito di ricerca. Si parla di “relative replacement” quando una specie animale viene sostituita da un’altra specie caratterizzata da un sistema nervoso relativamente meno complesso di quella originale, oppure quando il protocollo sperimentale prevede comunque il sacrificio dell’animale per l’utilizzo di derivati quali organi, tessuti, ecc. Si parla invece di “absolute replacement” quando il modello animale risulta completamente eliminato dal protocollo sperimentale.

Esempi di metodologie di replacement includono:

  • Metodologie in vitro o ex vivo più o meno complesse (da colture cellulari 3D a Co-colture Integrate Discrete Multiorgano (IdMOC), organ on a chip, ecc.)
  • Computer modelling (in silico)
  • Volontari umani per effettuare studi non invasivi (in vivo)
  • Invertebrati, come Drosophila o Nematodi
  • Forme immature di vertebrati (embrioni o forme larvali)

Absolute replacement ha particolare importanza non soltanto per quanto riguarda l’aspetto etico, economico e pratico della sperimentazione animale ma ha in molti casi anche la potenzialità di elevare gli standard scientifici e la sicurezza, specie nel caso in cui gli attuali modelli animali siano scarsamente rilevanti.

Reduction

La riduzione si riferisce a quei metodi che minimizzano l’uso degli animali e permettono di ottenere lo stesso risultato e le stesse informazioni con un minor numero di animali oppure di ottenere più informazione con lo stesso numero di animali, riducendone perciò il bisogno nella fase successiva.

Esempi di riduzione includono:

  • Migliorare i disegni sperimentali e le analisi statistiche
  • Tecnologie di imaging in vivo
  • Condivisione di dati e risorse, comunicazione per evitare di ripetere studi già fatti da altri

Refinement

Si riferisce al miglioramento delle procedure sperimentali o della stabulazione per minimizzare stress, dolore, sofferenza negli animali da laboratorio o nel miglioramento del loro benessere.

Refinement non apporta soltanto benefici a livello etico ma può migliorare relativamente la qualità scientifica dei risultati.

Esempi di refinement:

  • Utilizzo di tecniche non invasive
  • Utilizzo di analgesici per alleviare il dolore
  • Condizionamento degli animali alla presenza dell’operatore per rendere più facili e meno stressanti le manipolazioni e le procedure
  • Alloggiamento idoneo ed opportunamente arricchito (es. opportuni ripari per il nesting dei roditori )

Quando si parla di “metodi alternativi”, in realtà, almeno secondo la definizione canonica di Russell e Burch, ci si riferisce a tutte e 3 le R e non soltanto ad absolute replacement.

E’ importantissimo sottolineare che la suddetta definizione di “metodi alternativi” secondo il principio delle 3R, non necessariamente riguarda metodi human based e human relevant.

Le 3R sono nate infatti per uno scopo etico, per il “benessere animale”. Soltanto in seguito ed in tempi relativamente recenti, con la consapevolezza dei limiti dei modelli animali e la difficoltà di traslazione dei risultati da specie a specie, si è iniziato a considerare le 3R  anche in un’ottica di tipo scientifico-metodologico. E’ stata riconosciuta cioè l’importanza dei metodi human based e human relevant nell’ambito del rimpiazzo e della riduzione degli animali nella ricerca.

Annunci